Home » » Agroalimentare, riconosciuto il marchio De.C.O

 

Agroalimentare, riconosciuto il marchio De.C.O

TOLFA. La Denominazione comunale d’origine costituisce un importante strumento per la valorizzazione dei prodotti
Tutti i produttori con i requisiti potranno richiedere l’iscrizione all’albo

TOLFA - Grande obiettivo raggiunto a Tolfa dalla giunta Landi con il riconoscimento del marchio De.C.O. (Denominazione Comunale d’Origine) che costituisce un importante strumento per la valorizzazione dei prodotti agro alimentari ed artigianali della tradizione tolfetana. Questo importante obiettivo è stato raggiunto grazie ad uno sforzo congiunto tra la giunta Landi e il gruppo consigliare di minoranza che hanno collaborato in grande sinergia fino a giungere alla stesura completa di un regolamento unico per far sì che la produzione locale possa fregiarsi di tale marchio. Da ora, quindi, tutti i produttori, che abbiano determinati requisiti, potranno richiedere al Comune di Tolfa di essere iscritti in un apposito albo, che darà loro la possibilità ed il diritto di avere sui propri prodotti il marchio De.C.O., il quale attesta la esclusiva provenienza dal territorio comunale ed inoltre costituisce una garanzia di qualità del prodotto stesso. «Tale iniziattiva mostra come - ha spiegato il consigliere di minoranza, Adriano Ciambella - il coinvolgimento di tutte le forze politiche all’interno del Consiglio possa portare ad un lavoro migliore ed unanime. Si è dimostrato inoltre che l’opposizione non si limita ad essere soltanto il ‘‘cane da guardia’’ della maggioranza, ma può essere collaborativa su tutte quelle iniziative che portano un vantaggio reale per tutti i nostri concittadini». La realizzazione di questo marchio, secondo Ciambella «non è però un punto di arrivo, anzi. Da qui dovranno delinerasi delle iniziattive che possano portare ad incentivare la produzione dei prodotti tipici locali e la loro esportazione fuori dal territorio comunale, incentivando così l’economia paesana soprattutto in un momento di particolare crisi come è questo in cui ci troviamo e il turismo gatsronomico ed artigianale ad esso collegato. Se questo non avviene, però, il timore è quello che il De.C.O. rimanga solo un bello spot propagandistico».
Rom. Mos.

(30 Set 2011 - Ore 21:07)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Archivio PDF

LA PROVINCIATV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy