GIOVEDì 19 Settembre 2019 - Aggiornato alle 21:58

Home » » Asl Roma 4, via al Progetto cure sicure

 

Asl Roma 4, via al Progetto cure sicure

Una casacca di segnalazione indossata da infermieri impegnati con le terapie. Quintavalle: «Un progetto che abbiamo accolto subito positivamente»

CIVITAVECCHIA - “Terapia in corso. Non Distrarre” è la scritta che comparirà nei prossimi giorni su una casacca di segnalazione color arancio degli infermieri durante il processo di somministrazione della terapia nelle unità operative del Polo ospedaliero della Asl Roma 4.L'iniziativa si inserisce nell'ambito del progetto "Cure sicure" che l’azienda sanitaria locale ha intrapreso con il contributo della Fondazione Cariciv che ha lo scopo di prevenire l’errore nella somministrazione della terapia farmacologica attraverso il monitoraggio e la prevenzione delle interruzioni o distrazioni. «Le evidenze scientifiche – spiegano dalla Asl - riportano che gli eventi avversi dovuti a errore in corso di terapia farmacologica sono la causa di danno più frequente nei pazienti ospedalizzati. Le interruzioni e le distrazioni sono percepite dagli infermieri come la causa principale di errore durante la somministrazione del farmaco. Gli infermieri durante la preparazione e somministrazione della terapia farmacologica non devono essere mai interrotti in quanto la frequenza delle interruzioni provoca esiti clinici gravi». La casacca di segnalazione non vuole rappresentare una barriera tra gli infermieri e i pazienti/famigliari ma uno strumento per garantire la loro sicurezza e l’appropriatezza assistenziale. Il Dipartimento delle professioni sanitarie e sociali in collaborazione con la direzione strategica e direzione sanitaria polo ospedaliero intende favorire una maggiore cultura e consapevolezza sulla gestione del rischio clinico per il miglioramento della qualità del processo terapeutico. Soddisfatto il direttore generale della Asl Roma 4 Giuseppe Quintavalle: «Questo è un altro passo importante per dimostrare la nostra continua attenzione verso i pazienti, un progetto - spiega Quintavalle - proposto dal Dapss che abbiamo accolto subito positivamente e che oggi mi fa sentire particolarmente soddisfatto, anche perché siamo tra i primi ad adottarlo nel Lazio. Rappresenta la realizzazione di un percorso di azioni efficaci che, con il contributo di tutte le figure ospedaliere che ringrazio per la collaborazione, stanno facendo crescere - ha concluso il direttore generale - la qualità del servizio che è la base della politica sanitaria più moderna».

(06 Set 2019 - Ore 14:15)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Archivio PDF

LA PROVINCIATV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy