Home » Chiude lo stabilimento Opel, 62 licenziamenti

 

Chiude lo stabilimento Opel, 62 licenziamenti

Fiumicino. Lo stop all’impianto di Parco Leonardo, in funzione dagli anni ’70, è stata decisa in base ad un piano di riorganizzazione aziendale. I lavoratori stanno organizzando per il 4 ottobre una manifestazione alla quale sono invitati cittadini e Istituzioni. Lo sdegno degli operai: "La nostra dignità deve essere rispettata e non sopraffatta dal business e dagli interessi"

FIUMICINO - Chiude lo stabilimento Opel di Fiumicino. La società che si occupa di commercializzazione di veicoli, ricambi e accessori ha avviato la procedura ufficiale di licenziamento collettivo per 62 dipendenti.
Dal 2017 la Peugeot Citroen (Psa) ha acquisito la Opel Italia e dopo aver trasferito la sede commerciale della ex Opel Italia nella loro sede di Milano, ora si appresta a chiudere lo stabilimento di Fiumicino per aprirne uno a Pregnana Milanese. Uno stabilimento storico, quello di Fiumicino, che sorge in via Corona Boreale 62, nella zona industriale di Parco Leonardo. La costruzione dei capannoni e dei magazzini risale alla fine degli anni ‘60 ed è entrato in funzione nel ‘70.
La chiusura, secondo quanto viene dichiarato dai vertici, è stata decisa in base ad un piano di riorganizzazione aziendale. Una decisione che lascia a casa ben 62 operai e la cui età media si aggira intorno ai 50 anni.
Lavoratori che, dopo aver trascorso una vita all’interno della struttura del litorale, cadono nel dramma del ricollocamento in una fascia di età a “rischio”.
La procedura di licenziamento collettivo in questione è stata definita “esubero”: significa che avendo una natura strutturale, l’azienda non farà ricorso ad alcun tipo di ammortamento sociale, ne sarà possibile ricorrere al part-time. «Nonostante le iniziative dei sindacati, che avevano già manifestato questo rischio dopo l’acquisizione di Psa nel 2017, questa è l’ennesima dimostrazione che Roma sta perdendo molto dal punto di vista industriale». A parlare è Giuliano Putignano, dipendente Opel da 20 anni.
«Ora – ha aggiunto – ben 62 famiglie rimarranno per strada. Continueremo a lottare, come succede ormai da un anno, per il mantenimento del posto di lavoro».
«Questo sito non verrà chiuso per motivi economici, infatti è in attivo, ma per motivi di business: tutto il lavoro di questo stabilimento verrà trasferito a nord», è il parere di Francesco Camboni, storico operaio dello stabilimento. «Anche nei momenti di grande crisi la Opel Fiumicino è riuscita ad andare avanti con i suoi introiti», racconta Camboni.
Ma ora gli eventi sembrano andare dalla parte opposta. «Noi siamo determinati affinché la nostra dignità venga rispettata e non semplicemente sopraffatta da leggi economiche», ha aggiunto Tiziano Baldelli che, assieme ai suoi colleghi, dopo anni di fatiche, non intende perdere il posto di lavoro.
«Per il 4 ottobre – ha annunciato Baldelli – stiamo organizzando una manifestazione davanti la sede della Confcommercio a Roma, e chiediamo l’appoggio di tutti: dai cittadini alle istituzioni. Pensate alle nostre famiglie!».

(27 Set 2019 - Ore 08:47)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Archivio PDF

LA PROVINCIATV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

  • Miasmi al Miami, il comitato di quartiere incontra l'Assessore

    10 Ott 2019 - Riunione nei giorni scorsi a palazzo Falcone per discutere della problematica che affligge i residenti da anni. Lo scorso anno era stato presentato un esposto alla Procura della Repubblica di Civitavecchia. Ieri diverse le zone della città colpite dalla puzza di bruciato. Cerreto avvolto da una cappa di fumo. Odore acre avvertito fino a Valcanneto

  • Torna la “Marcia degli alberi”

    09 Ott 2019 - Il corteo sfilerà domenica mattina per alcune vie della città fino a raggiungere i giardini di via Firenze. Sabato in piazza Rossellini al via la seconda edizione di “Adotta e cresci una quercia”

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy