Home » » ''A fine gara mi piacerebbe abbracciare i ragazzi''

 

''A fine gara mi piacerebbe abbracciare i ragazzi''

CALCIO, ECCELLENZA. Settimana cruciale per il futuro del Civitavecchia Calcio 1920. Ieri conferenza stampa di mister Marco Scorsini in vista del playout. Domenica alle 11 alla Cavaccia di Allumiere la partita della vita contro il Montalto che sancirà la permanenza in categoria o la retrocessione in Promozione. I nerazzurri avranno due risultati su tre. Il tecnico «Giocheremo per vincere nei 90’. Voglio regalare alla città questa grande gioia che si merita. Ai tifosi chiedo di venire numerosi»

di MATTEO CECCACCI

‘‘Tre minuti alla nostra più difficile sfida professionale. Tutto si decide oggi. Ora noi o risorgiamo come squadra o cederemo un centimetro alla volta, uno schema dopo l’altro, fino alla disfatta. Siamo all’inferno adesso signori miei. Credetemi. E possiamo rimanerci, farci prendere a schiaffi, oppure aprirci la strada lottando verso la luce. Possiamo scalare le pareti dell’inferno un centimetro alla volta. Perciò o noi risorgiamo adesso come collettivo, o saremo annientati individualmente’’
È lo storico spezzone del film ‘‘Ogni maledetta domenica - Any Given Sunday’’ del 1999 diretto dal grande Oliver Stone che tutti hanno visto. Ma quanti giocatori e allenatori di qualsiasi sport almeno una volta  nella loro vita prima di un importante sfida avranno visionato ed ascoltato decine e decine di volte il video che ritrae il famoso e toccante discorso pre partita di coach Tony D’Amato, interpretato da uno straordinario Al Pacino, ai suoi ragazzi dentro lo spogliatoio? Probabilmente tutti.
Domenica non si sa cosa dirà il tecnico  del Civitavecchia Calcio 1920 Marco Scorsini ai suoi ragazzi prima di calcare per l’ultima volta il sintetico della Cavaccia per disputare la gara della vita. Proporrà un sermone simile o penserà di fare qualcosa di diverso? Mistero. Attualmente una sola cosa è certa: con capitan Boriello e compagni ha già affrontato un dialogo, esattamente martedì pomeriggio, al primo allenamento dopo l’ultima partita di campionato giocata domenica scorsa a Forano contro la Valle del Tevere persa 2-1. Gli ultimi 90’ che hanno fatto chiudere ai nerazzurri il girone A di Eccellenza al quartultimo posto in classifica con 31 punti, utile per disputare la post season casalinga domenica alle 11 ad Allumiere contro il Montalto del tecnico Stefano Pera, classificatosi al terzultimo posto con 30 lunghezze a -1 dai civitavecchiesi.
Tornando all’orazione di prima, riportata per filo e per segno, ovviamente i riferimenti temporali sono diversi: se per la squadra di football Sharks la più difficile sfida professionale era fra ‘‘Tre minuti’’ per il Civitavecchia sarà fra ‘‘Tre giorni’’. Settantadue ore a quella che sarà a tutti gli effetti una battaglia assolutamente da vincere che può durare fino al minuto 120, altrimenti capiterà veramente qualcosa di brutto che aprirebbe uno scenario già accaduto nel 2015, poi fortunatamente terminato bene grazie ad un ripescaggio al fotofinish.
Per la prima squadra della città un countdown fatto di ansietà ed emozioni difficili da contenere, nonostante non si conosca ancora il verdetto.
Proprio per questo e tanti altri motivi la società di via Bandiera lunedì scorso ha deciso di convocare una conferenza stampa, svoltasi ieri alle 15.30 presso la sala stampa del Di Ianne dall’allenatore Marco Scorsini e dal team manager Raffaele Stefanelli.
«Siamo giunti alla partita della verità - esordisce il tecnico Marco Scorsini, al timone della squadra dal 10 dicembre scorso - e ci arriviamo sereni, concentrati, con un ottimo stato di salute e  una rosa tutta al completo. Incontreremo un Montalto che si è rafforzato e proprio per questo bisogna avere massimo rispetto per una formazione che ha vinto tutti gli scontri diretti. Non voglio affrontare il discorso sul mio futuro, ora voglio soltanto regalare questa permanenza ad una città che la merita. I tifosi saranno fondamentali e devono sostenerci numerosi. Oggi più che mai, però, desidero fare una sola cosa che da quando sto qua non ho mai fatto: abbracciare i ragazzi. E lo vorrei fare a fine gara col sorriso, consapevole di aver raggiunto insieme ad un gruppo eccezionale una salvezza inseguita da mesi. Questo è il mio desiderio».

(16 May 2019)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Archivio PDF

LA PROVINCIATV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy